I Benefici del Kiwi: Dalla Pressione Arteriosa alla Salute Intestinale

Il kiwi rappresenta un autentico concentrato di proprietà benefiche. Dalle ricerche emerge che il suo consumo abituale potrebbe contribuire a ridurre la pressione arteriosa e il colesterolo Ldl, preservare la salute visiva, offrire benefici ai diabetici, contrastare la dermatite atopica, alleviare il respiro sibilante negli asmatici, soprattutto nei bambini.

È importante sottolineare che il kiwi non è un farmaco, e i risultati derivano da studi che indicano probabilità legate a dosaggi specifici, non certezze assolute. Tuttavia, su alcune caratteristiche del kiwi, non vi sono dubbi.

Vitamina C

Due kiwi verdi, pari a una porzione di 150 grammi, forniscono una quantità di vitamina C superiore a un’arancia e addirittura il doppio del fabbisogno giornaliero. Nel caso dei kiwi gold, con polpa gialla, la concentrazione di vitamina C è ancora più elevata.

Effetti sull’intestino

La letteratura scientifica dimostra che i kiwi possono avere effetti lassativi, grazie al loro contenuto di fibre, acqua (che rappresenta circa 127 grammi su 150) e sorbitolo, uno zucchero scarsamente digerito che, giunto nel colon, induce l’assorbimento di liquidi per osmosi. Inoltre, le pectine del kiwi, fibre prebiotiche, nutrono in modo selettivo la parte benefica del microbiota intestinale, contribuendo al nostro benessere.

Controllo della pressione arteriosa

Un singolo kiwi fornisce 215 milligrammi di potassio, oltre il doppio di quanto contenuto in un piatto di lattuga. Questo minerale, insieme al sodio, regola i livelli di liquidi nel corpo, indicando che consumare cibi ricchi di potassio e limitare il sale è un approccio per mantenere sotto controllo la pressione arteriosa.

Attività antiossidanti

Il kiwi si distingue tra i pochi frutti freschi per la significativa presenza di vitamina E, concentrata nei semini (quindi consigliabile non scartare la parte centrale). Questo micronutriente, insieme alle vitamine C e B9, manifesta proprietà antiossidanti che contrastano lo stress ossidativo delle cellule, agendo come un vero e proprio antiruggine, ritardando l’invecchiamento cellulare e preservando la salute complessiva dell’organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *