Rivoluzione Ferroviaria: Presentato a LetExpo 2024 il Primo Treno Supersonico a Levitazione Magnetica

Durante l’evento LetExpo 2024, la fiera dedicata al trasporto e alla logistica sostenibili tenutasi a Verona, è stata introdotta una novità destinata a rivoluzionare il settore del trasporto ferroviario: il primo modello al mondo di veicolo a levitazione magnetica, sviluppato da IronLev, un’azienda innovativa con sede a Treviso.

Questa avanzata tecnologia, nota come “ferromagnetica passiva”, è stata dimostrata efficace attraverso un breve percorso di due chilometri lungo la storica ferrovia Adria-Mestre, raggiungendo una velocità di 70 chilometri orari. La peculiarità di questa esperienza risiede nella sua assenza totale di rumore, unita alla capacità di trasportare un carico fino a una tonnellata con un consumo energetico limitato a un solo chilowatt.

La tecnologia ideata da IronLev si basa sulla creazione di un campo magnetico che consente al veicolo – o a qualsiasi altra struttura destinata a muoversi – di levitare su pattini magnetici. Il sistema è completato da due rotelle che si adattano al profilo del binario, garantendo stabilità e sicurezza. Ciò che rende questa tecnologia affascinante è la sua versatilità, adatta a una vasta gamma di applicazioni, dalle metropolitane ai treni ad alta velocità e persino all’Hyperloop. Questo approccio permette di utilizzare le infrastrutture ferroviarie esistenti, riducendo i costi e contribuendo a un trasporto più pulito e silenzioso.

Il prototipo testato sulla ferrovia Adria-Mestre, una delle più antiche d’Italia, ha dimostrato la sua capacità di muoversi in modo silenzioso su una breve distanza. I progetti futuri prevedono lo sviluppo di un carrello motorizzato capace di trasportare carichi fino a 20 tonnellate e di raggiungere velocità fino a 200 chilometri orari. Le potenziali applicazioni commerciali di questa tecnologia sono molteplici, con particolare interesse per il trasporto urbano, promettendo di rivoluzionare il modo in cui ci muoviamo e migliorare l’efficienza dei trasporti del futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *