Ortica: Scopri i Benefici, le Proprietà e i molteplici usi di questa pianta versatile

L’ortica (Urtica dioica) è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Urticaceae, caratterizzata da peli irritanti su steli e foglie. Sebbene comunemente classificata come infestante a causa della sua crescita veloce, l’ortica ha una lunga storia di utilizzo come risorsa alimentare e medicinale, come spiega la biologa e nutrizionista Romina Cervigni. Esistono valide ragioni, sia commerciali sia ecologiche, per promuovere la coltivazione dell’ortica, data la sua capacità di sostenere la biodiversità locale e i suoi numerosi usi.

Ricca di antiossidanti

L’ortica è ricca di antiossidanti, che supportano varie proprietà terapeutiche, tra cui effetti antitumorali, antidiabetici e antinfiammatori. Questi benefici estendono la sua protezione a organi vitali come il cervello, il fegato, i polmoni, i reni, le ovaie e l’utero. Inoltre, grazie alle sue proprietà depurative e diuretiche, l’ortica è efficace nel trattamento delle infezioni del tratto urinario e dei calcoli renali. Le molteplici molecole bioattive, inclusi flavonoidi e acidi fenolici, la rendono un ingrediente prezioso anche nel settore cosmetico, ad esempio in trattamenti per l’acne giovanile e lozioni per capelli.

Romina Cervigni sottolinea anche l’importanza dell’acido caffeico, presente nelle foglie, utile per chi soffre di ritenzione idrica e come antinfiammatorio nelle sindromi dolorose dei tessuti peri-articolari, muscolo-tendinei e osteoarticolari.

Con il suo notevole profilo nutrizionale e le sue varie applicazioni, l’ortica si dimostra una risorsa estremamente versatile e preziosa per la salute e la sostenibilità ambientale. Le sue fibre, ad esempio, sono utilizzate nell’industria tessile e in altre applicazioni industriali, contribuendo all’economia circolare.

Può anche essere impiegata nelle serre per proteggere dalle infestazioni di parassiti e come fertilizzante organico alternativo. Tuttavia, la raccolta durante il periodo di fioritura, da maggio a settembre, è sconsigliata poiché fiori e frutti possono irritare le vie urinarie a causa dei cistoliti presenti nelle pareti cellulari.

L’uso dell’ortica presenta poche controindicazioni, ma è importante osservare precauzioni per chi ha una compromessa funzione renale, in gravidanza e durante l’allattamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *