Lasci che il tuo cane ti lecchi la faccia: Cosa Rivela la Ricerca Scientifica?

Concedere al proprio amico a quattro zampe di leccare la faccia o persino la bocca è un’abitudine diffusa tra molte persone: questa dimostrazione di affetto da parte del cane è comunemente interpretata come un segno di gioia e amore, e raramente viene respinta.

Tuttavia, è salutare per gli esseri umani lasciare che il nostro cane ci lecchi il viso, o addirittura concedergli un “bacio” sulla bocca?

La realtà non è così semplice come sembra: è importante ricordare che i cani (e anche i gatti) utilizzano la loro lingua non solo per mangiare e bere, ma anche per pulirsi il pelo, le zampe e gli organi genitali, oltre che per esplorare l’ambiente circostante.

In generale, i batteri presenti nella bocca di un cane rappresentano una minaccia relativamente bassa per la nostra salute: molte persone convivono con i propri animali domestici senza problemi di salute, anche se si lasciano leccare di tanto in tanto.

Tuttavia, esiste il rischio che il cane possa essere portatore di malattie infettive che possono essere trasmesse agli esseri umani attraverso leccate e graffi: è importante quindi prestare attenzione per evitare il rischio di contagio.

Ad esempio, il patogeno Capnocytophaga canimorsus, presente nella bocca di circa tre quarti dei cani e dei gatti sani, può causare gravi infezioni nell’uomo, inclusa la sepsi, che può essere pericolosa per la vita.

Altri microrganismi, come la Pasteurella multocida, possono diffondersi attraverso il contatto con la saliva del cane, causando gravi conseguenze, tra cui la meningite.

In definitiva, la saliva del cane contiene diversi patogeni e sostanze potenzialmente dannose per la nostra salute, e permettere al cane di leccare il nostro viso può rappresentare una seria minaccia per la nostra sicurezza.

Per le persone con un sistema immunitario debole, gli anziani, le donne in gravidanza o coloro che hanno ferite aperte, è consigliabile evitare che il cane lecchi il viso, specialmente se l’animale manifesta tendenze alla coprofagia.

Se apparteniamo a una di queste categorie, è importante seguire alcune semplici regole di comportamento per evitare rischi inutili:

  • Mantenere le superfici pulite.
  • Ridurre al minimo le contaminazioni.
  • Mantenere un’igene domestica e personale scrupolosa, specialmente dopo il contatto con gli animali.

Tuttavia, questo non significa dimenticare i numerosi benefici del contatto, anche fisico, con il nostro cane. Una relazione stretta con il nostro cane può aiutare a ridurre ansia, stress e depressione, oltre a superare traumi e lutti.

Coccolare e accarezzare i cani, ad esempio, può favorire un senso di calma, riducendo la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. Inoltre, prendersi cura di un cane e soddisfare le sue esigenze (come nutrirlo, pulirlo e portarlo a fare passeggiate) può stimolare l’attività fisica e le interazioni sociali, migliorando così anche la salute mentale.

Tutti questi benefici possono essere ottenuti senza per forza permettere al nostro amico a quattro zampe di leccarci il viso, esponendoci a potenziali patogeni pericolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *