Detersivi e Disinfettanti Senza Risciacquo: Allarme Avvelenamento per gli Animali Domestici

Secondo il rapporto Eurispes 2023, circa il 32,7% degli italiani si vanta di avere un fedele amico a quattro zampe.

Tra cani e gatti, l’affetto e le attenzioni amorevoli sono in primo piano, insieme all’impegno di mantenere i pavimenti impeccabili, liberandoli da peli e sporcizia.

Tuttavia, è importante fare attenzione! L’utilizzo eccessivo di disinfettanti e detergenti aggressivi per eliminare ogni traccia di germi e batteri senza un adeguato risciacquo potrebbe rappresentare un rischio per i nostri piccoli amici pelosi.

Quando tali prodotti non vengono risciacquati accuratamente, possono causare un problema sempre più frequente, segnalato dai veterinari: un aumento dei casi di intossicazione tra cani e gatti, che vengono urgentemente portati alle cliniche e agli studi veterinari.

È essenziale prestare la massima attenzione alle modalità di impiego dei detergenti per la pulizia dei pavimenti, poiché la salute dei nostri adorabili compagni è in gioco.

Secondo quanto riportato dal Centro d’informazione tossicologica presso la Scuola nazionale veterinaria di Lione, le intossicazioni causate dai prodotti domestici costituiscono l’8% del totale degli avvelenamenti che possono interessare cani e gatti. Questi si posizionano al 4° posto nella graduatoria delle sostanze tossiche potenzialmente più dannose per queste specie, seguendo da vicino pesticidi, farmaci e agenti inquinanti ambientali.

Claudia Filippi, veterinaria di Roma, spiega: “Stiamo parlando di tossicità acuta, che si verifica quando vengono ingerite accidentalmente varie quantità di sostanze. Iniziamo con i sapori tradizionali, i quali solitamente presentano una tossicità lieve, causando principalmente irritazioni intestinali, anche se l’effetto può variare a seconda della dose.

I detergenti cationici, invece, che sono presenti nei prodotti con proprietà antibatteriche, igienizzanti e di eliminazione dei germi e dei batteri, sono generalmente più pericolosi, anche in piccole quantità, e possono causare fenomeni necrotici, ovvero la morte delle cellule e la perdita delle loro normali funzioni”. Naturalmente, le sostanze corrosive e gli acidi utilizzati per pulire i pavimenti dovrebbero essere assolutamente evitati in una casa con animali domestici che si muovono liberamente.

Parliamo inoltre di avvelenamento cronico, che si verifica quando vengono ingerite involontariamente o aspirate quotidianamente piccole quantità di sostanze inquinanti. “Questi sono gli avvelenamenti più gravi, che possono mettere sotto stress il fegato e i reni, causando problemi sottili e non facilmente riconoscibili nel lungo termine. Anche quando si utilizzano detergenti naturali, è importante fare attenzione ai prodotti che contengono oli essenziali; alcuni di essi possono essere sgradevoli, mentre altri sono tossici per il cane, e soprattutto per il gatto”, conclude la dottoressa Filippi.

Il primo consiglio è quindi quello di monitorare attentamente il tempo che i cuccioli trascorrono in casa, specialmente dopo una pulizia e una disinfezione approfondite. La scelta di detergenti ecologici è fondamentale: è preferibile optare per quelli delicati, biodegradabili, privi di oli essenziali e dotati delle adeguate certificazioni. Tuttavia, la pigrizia non deve prevalere. Effettuare una seconda passata con lo straccio, immerso in acqua pulita e calda, per risciacquare i pavimenti, è cruciale per la salute dei nostri amati pelosetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *